Bologna, esplosione in cantina: un morto. "Maneggiava materiale bellico"
La vittima di 59 anni era un collezionista di armi: avrebbe avuto fra le mani materiale bellico

Un boato sentito anche dalla palazzine vicine dopo l'esplosione di una cantina di uno stabile di via Pietro Canonici, all'estrema periferia di Bologna, in zona San Ruffillo.

Poco dopo le 13, è morto Fiorenzo Romagnoli, 59 anni, collezionista di armi, che era nella propria cantina, saltata per aria. Le cause sono ancora da accertare, ma si esclude la fuga di gas.

L'uomo, secondo le prime informazioni, poco prima dell'esplosione, avrebbe avuto fra le mani materiale bellico, di cui era collezionista, e sarebbe morto sul colpo. La grossa esplosione è stata avvertita anche nei dintorni. Sono intervenuti i vigili del fuoco, i carabinieri e gli uomini del 118.

Il palazzo, ritenuto agibile dai tecnici, non è stato evacuato, ma in via precauzionale è stata staccata la fornitura di gas. I carabinieri, dopo il sopralluogo nell'appartamento dell'uomo, hanno trovato il suo gatto e hanno definito la vittima un collezionista di armi.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata