Bimbo rapito, l'arrivo di Alvin a Fiumicino

Il commovente abbraccio col papà e le sorelle dopo 5 anni passati tra i jihadisti in Siria

(LaPresse) Alvin Berisha torna in Italia dopo un incubo durato 5 anni. Il bambino di origini albanesi, rintracciato in un campo profughi in Siria, ha finalmente riabbracciato il papà e le sorelle che non hanno mai smesso di cercarlo dopo che la madre lo portò via nel 2014, dalla loro casa in provincia di Lecco, per unirsi alle file dell'Isis. La donna sarebbe morta in un bombardamento. Nel video diffuso dalla polizia il commovente abbraccio tra il bambino e la sua famiglia all'aeroporto romano di Fiumicino.