Benedetto XVI: Basta speculare sul cibo

Roma, 17 ott. (LaPrese) - "La libertà dal giogo della fame è la prima e concreta manifestazione di quel diritto alla vita che, pur solennemente proclamato, resta lontano da effettiva attuazione". Lo chiede Benedetto XVI nel messaggio al direttore generale della Fao, Jacques Diouf, in occasione della trentesima Giornata mondiale dell'alimentazione. "Il cibo - si legge nella lettera . non è una qualsiasi merce" da sottoporre a "manovre speculative".

"Non avere fame - spiega il Pontefice - fa parte del diritto alla vita" pertanto non bastano più "invito alla riflessione, analisi dei problemi e la stessa disponibilità ad intervenire". Secondo il Pontefice, bisogna smettere con "i tentativi di giustificare comportamenti e omissioni dettate dall'egoismo e da obiettivi o interessi particolari" e vanno "riscoperti quei valori iscritti nel cuore di ogni persona".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata