Belluno, grave alpinista caduto per 20 metri nel gruppo Moiazza

Belluno, 18 lug. (LaPresse) - Un alpinista originario di Enego, centro in provincia di Vicenza, primo di cordata, è volato giù per 15-20 metri sul terzo tiro della via Angelina, sulla terza torre di Camp, nel gruppo della Moiazza. I suoi due compagni, a cui non rispondeva e che non riuscivano a vederlo, hanno subito lanciato l'allarme verso le 9.30 di oggi. Nella fase di avvicinamento, l'elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha ricevuto le indicazioni relative alla parete da un soccorritore della stazione di Agordo, pronto a intervenire in supporto alle operazioni.

Una volta individuato, il rocciatore, M.V., 37 anni, è stato recuperato dal tecnico del soccorso alpino dell'equipaggio con un verricello di 15 metri, per essere trasportato alla piazzola del rifugio Carestiato, dove il personale medico gli ha prestato le prime cure. L'alpinista, in gravi condizioni, è quindi stato trasportato con un sospetto politrauma all'ospedale di Treviso.

L'eliambulanza dell'Aiut Alpin Dolomites di Bolzano, è invece stata inviata nel comune di Livinallongo del Col di Lana (Belluno), per un turista tedesco caduto con la propria mountain bike, mentre con altre persone percorreva il sentiero Teriol Ladin, sotto il Col di Lana. All'allarme, lanciato al 118 da una persona del luogo che aveva assistito all'incidente, è stata preallertata anche la Stazione del Soccorso alpino di Livinallongo. L'infortunato è stato trasportato con un probabile trauma alla colonna all'ospedale di Brunico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata