Bari, sgominata banda della Uno: assaltava esercizi commerciali

Bari, 8 nov. (LaPresse) - Si erano specializzati nelle rapine a mano armata ai danni di tabaccherie, supermercati e pompe di benzina tra Corato, Ruvo di Puglia e Terlizzi, nel nord Barese, dileguandosi principalmente a bordo di una Fiat Uno. Si tratta di tre giovanissimi coratini, tutti già noti alle forze dell'ordine: un 22enne, un 20enne e un 21enne, già detenuto per altra causa nella casa circondariale di Trani. I tre sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Trani e della stazione di Corato in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale di Trani su richiesta della locale procura della Repubblica per rapina aggravata e ricettazione in concorso.

I tre sono ritenuti responsabili di aver commesso 6 rapine a mano armata ai danni di altrettanti esercizi commerciali per oltre 5mila euro tra denaro contante effetti personali e biglietti Gratta e Vinci tra i mesi di ottobre e dicembre del 2012. L'indagine oltre a evidenziare il singolare utilizzo per la commissione dei colpi di autovetture Fiat Uno rubate ha consentito di appurare l'utilizzo di una condotta particolarmente violenta durante la commissione delle rapine. I tre, armati di pistola e travisati da passamontagna, erano soliti minacciare titolari e clienti, talvolta picchiando le vittime per garantirsi la refurtiva ed assicurarsi la fuga. L'esame delle impronte lasciate all'interno delle autovetture usate per la fuga e sui vestiti di cui i malfattori si liberavano dopo i colpi, oltre alla comparazione dei fotogrammi delle immagini filmate nei negozi dalle telecamere di sorveglianza, ha consentito di raccogliere numerosi elementi di responsabilità sul conto dei tre che hanno poi permesso all'autorità giudiziaria di emettere il provvedimento restrittivo. I tre sono stati associati presso la casa circondariale di Trani.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata