Bari, recuperato bottino da 400mila euro: 4 arresti per ricettazione

Bari, 19 nov. (LaPresse) - Un carico di elettrodomestici, vestiti e giocattoli nuovi di zecca del valore di oltre 300mila euro nascosti in un locale in pieno centro a Bari oltre a 3mila bottiglie di 'Amaro Lucano' per un valore di circa 60mila euro depositate in un capannone di Brindisi. E' quanto hanno recuperato i carabinieri della compagnia di Bari Centro che, insieme a quelli della compagnia di Brindisi, hanno arrestato 4 persone - una 44enne, un 49enne, una sorvegliata speciale 39enne barese e un 58enne della provincia di Brindisi - sorprese, all'interno di un deposito in uso a una società agricola di Brindisi, a spostare 9 pedane contenenti le bottiglie di liquore rubate lo scorso 13 novembre a una società di San Vito dei Normanni (Brindisi). Non si esclude che la merce fosse destinata al capoluogo pugliese per essere reintrodotta nel mercato legale. Per tutti l'accusa è di tentata ricettazione in concorso, mentre per la sorvegliata speciale è stata contestata anche la violazione alla misura di prevenzione.

Dopo l'arresto dei quattro sono scattate le perquisizioni nelle abitazioni e nei magazzini a loro riconducibili, operazioni che hanno consentito ai carabinieri di trovare un grosso quantitativo di refurtiva in un deposito in pieno centro a Bari: elettrodomestici e ricambi 'Bimby' e 'Folletto', climatizzatori e ventilatori, oggetti di vestiario e giocattoli, tutti nuovi e ancora inscatolati il tutto per un valore di oltre 300mila euro. Sono in corso indagini per stabilire la provenienza del materiale, i quattro, invece, sono stati portati la 43enne in carcere a Lecce, il 49enne a Brindisi mentre il 58enne e la 39enne ai domiciliari.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata