Bari, non pagano la mamma e lui ruba 2 pc a datori lavoro: arrestato

Bari, 16 set. (LaPresse) - Non riuscendo ad ottenere la retribuzione del lavoro svolto dalla madre, ha minacciato gli impiegati e si è impossessato di due pc portatili degli uffici. È accaduto a Bari, presso la sede amministrativa di una società cooperativa che si occupa dell'inserimento nel mondo del lavoro di persone con svantaggio psichiatrico, ubicato nel quartiere Picone, dove i carabinieri hanno arrestato un incensurato 28enne del quartiere Libertà, con le accuse di rapina ed estorsione.

Il giovane, recatosi presso la sede della società con tono minaccioso, ha preteso dalle due impiegate presenti il pagamento della retribuzione per il lavoro svolto dalla madre. Le due donne gli hanno risposto che il pagamento era sospeso da qualche mese per tutti i soci lavoratori. A quel punto il giovane è passato alle vie di fatto, danneggiando prima la vetrata della porta d'ingresso della società, quindi rubando due pc portatili, sradicandoli dalle postazioni in cui erano installati. I carabinieri sono riusciti a bloccare il giovane e a recuperare la refurtiva, rinvenuta all'interno del cofano della vettura in suo possesso e parcheggiata lì davanti. Il 28enne è ora ai domiciliari. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata