Bari, frode fiscale da 100 milioni per società che organizza concerti
Nel mirino le società Delta Concerti srl e Delta Concerti Live

Sono stati sequestrati beni per un valore di 7 milioni di euro a due società di Bari che operavano nel settore dell'organizzazioni di concerti. Il provvedimento è stato eseguito dai finanzieri del nucleo di polizia tributaria del capoluogo pugliese nei confronti del legale rappresentante della società Delta Concerti srl, in fallimento, e Delta Concerti Live srl, intestata al figlio, e di due società schermo riconducibili a entrambi. Il sequestro è scattato in seguito a due verifiche fiscali che hanno portato alla luce una frode fiscale di oltre 100 milioni di euro da cui è derivato un danno all'Erario di oltre 7 milioni. Nello specifico, è stato accertato che attraverso le due società operanti nel settore dell'organizzazione di eventi artistici (Delta concerti srl, poi fallita, e la Delta Concerti Live) i due indagati avevano emesso fatture nei confronti di enti pubblici territoriali ma, in realtà, risultanti false, in quanto riferite a prestazioni di servizi di fatto mai commissionate. Le somme così ottenute venivano poi fatte confluire sui conti correnti intestati a 'società cartiere' sotto forma di corrispettivi per prestazioni di servizi a fronte di fatture, sempre false, emesse da queste nei confronti di Delta Concerti e Delta Concerti Live.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata