Bari, abusi sessuali su 12enne: smascherata baby gang
L'indagine partita dai genitori della vittima, nella banda anche due 13enni

Avrebbero abusato di una bambina di dodici anni, minacciandola di diffondere in rete le immagini dei rapporti sessuali. E' l'accusa con cui, ieri mattina, i carabinieri di Santo Spirito (Bari) hanno eseguito una misura cautelare nei confronti di due 17enni baresi, responsabili di aver violentato la ragazzina unitamente ad un 15enne direttamente rinviato a giudizio e a due 13enni, non imputabili. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica per i minorenni di Bari, iniziano con la denuncia dei genitori della vittima. Mamma e papà notano nella piccola un atteggiamento di grande preoccupazione. E, raccolta la confessione, si rivolgono ai carabinieri. I militari dell'Arma avviano le ricerche identificando i primi violentatori e ascoltando, in audizione protetta, la bambina vittima di abusi. Dopo i primi tiepidi racconti, la confessione: la piccola da mesi era costretta da un gruppo di ragazzi, a subire violenze sessuali di varia natura, sempre in luoghi insalubri e sempre sotto la minaccia della diffusione di un video che la ritraeva durante un rapporto con uno di loro. Gli investigatori hanno messo sotto controllo i telefoni cellulari dei minori, che costringevano la piccola a sottostare, a turno, alle loro richieste sessuali.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata