Barbara d'Urso: Anche grazie a me passate alcune leggi
La conduttrice ha presentato a Milano il suo libro 'Quanti anni mi dai? I miei segreti per essere bella sempre'

"Mi sono piaciute tante cose della passata stagione televisiva. Per esempio, mi divertono le interviste che faccio la domenica. Alcune battaglie che porto avanti da anni sono arrivate anche per merito mio, come la legge sullo stalking o per avere l'omicidio stradale. La legge sui diritti civili mi vede paladina da 8 anni, quando non se ne parlava ancora. Vado in diretta con i miei orecchini 'rainbow' che mi faccio fare apposta: dire che era stata approvata la legge mi ha dato soddisfazione. Ora combatto la battaglia delle telecamere negli asili e nei centri per anziani. Voglio che vengano messe le telecamere". A raccontarlo è la conduttrice Barbara d'Urso durante la presentazione a Milano del suo libro 'Quanti anni mi dai? I miei segreti per essere bella sempre' (Mondadori).

I SOCIAL NETWORK. "Io non rispondo agli haters", afferma riferendosi a chi dimostra odio sui social. "Spero per loro che prima o poi siano più sereni: loro cercano un modo per attaccarmi, mentre io cerco sempre energie positive". 

L'AMORE. "I miei amori sono i miei figli e i miei amici", racconta la conduttrice. "Ai figli dedico tutti i miei pensieri tutti i giorni, li sento spesso, loro sono grandi e io gli 'rompo'. Loro sono l'unico motivo di vivere, abbiamo un rapporto fortissimo, ma fanno la loro vita, uno vive a Roma e l'altro in giro per il mondo. Gli amici sono la mia altra famiglia, con cui esco quasi tutte le sere. Quando esco la sera e non faccio tardissimo, esco con amici e comitive, non con fidanzati. Un fidanzato? Aspetto che mi trovi lui, che mi dica 'Sei tu". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata