Bancarotta fraudolenta Ferrovie Sud-Est: dodici arresti
Perquisizioni e sequestri in tutta Italia

Arresti e perquisizioni in diverse città d'Italia in relazione al crac delle Ferrovie del Sud Est. I finanzieri del nucleo di polizia economico-finanziaria di Bari hanno eseguito misure cautelari personali, emesse dal gip del Tribunale di Bari su richiesta della locale procura della Repubblica, nei confronti di 12 persone. Disposti anche sequestri preventivi di beni per un valore di decine di milioni di euro e alcune perquisizioni domiciliari.

Le indagini relative alla bancarotta di F.S.E. srl (Ferrovie del Sud Est e Servizi Automobilistici srl) di Bari hanno svelato un radicato sistema di affidamenti ad personam di incarichi professionali e di appalti milionari per servizi, lavori e forniture, con conseguenti debiti per l'azienda di circa 300 milioni di euro. I provvedimenti restrittivi, le perquisizioni ed i sequestri sono in corso a Bari, Roma, Bologna, Lecce, Maglie.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata