Autostrade per l'Italia ribadisce di non aver mancato alcun obbligo
Autostrade per l'Italia ribadisce di non aver mancato alcun obbligo prescritto dalla concessione che la lega al Ministero delle infrastrutture, anche per quanto riguarda il tratto genovese del Ponte Morandi, crollato il 14 agosto con la morte di 43 persone. Lo annuncia il consiglio di amministrazione della controllata di Atlantia, società della famiglia Benetton, dopo la riunione con all'ordine del giorno la lettera del Mit che ha avviato l'iter per la revoca della concessione. Durissima la replica del ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli: “Siamo all’indecenza. Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza ai cittadini che viaggiano”