Autista pedofilo torna in servizio: mamme indignate
La drammatica testimonianza a 'La vita in diretta'

"Quando mia figlia l'ha visto si è messa a piangere, ha avuto uno shock. Se prima era la vittima, ora lo è ancora di più. Non ci interessano i soldi, vogliamo solo che le nostre figlie possano andare in giro senza paura". È la testimonianza, a La vita in diretta, di una delle mamme delle giovani studentesse di Bolzano vittime di molestie ad opera dell'autista dello scuolabus. L'uomo, dopo la condanna di luglio a 3 anni e 60 mila euro di multa, essendo solo vincolato all'obbligo di firma ha infatti ripreso regolarmente il servizio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata