Attacchi Bruxelles: parla italiano salvo per miracolo
La testimonianza durante il programma Pomeriggio 5 di Barbara d'Urso

'Pomeriggio 5', condotto da Barbara d'Urso, torna oggi sugli attentati che martedì hanno sconvolto Bruxelles. "Ho visto tutto con i miei occhi ma poi io e il mio amico siamo subito scappati e ci siamo nascosti dentro un bagno", racconta Aron, giovane che si trovava all'aeroporto di Zaventem quando i kamikaze si sono fatti esplodere. "C'era tanta gente e c'era anche del sangue per terra. Ci sono stati attimi di paura e terrore. Quello che posso dire è che siamo davvero salvi per miracolo. Molto probabilmente una parete che ci separava dall'area check in ci ha protetto dai frammenti e quindi non siamo stati colpiti". "Avevamo paura che potesse scoppiare un'altra bomba o che ci fossero persone armate dentro l'aeroporto", conclude il giovane in collegamento con 'Pomeriggio 5'.
 

Durante il programma viene mandata in onda la testimonianza di un altro ragazzo italiano che si è salvato per miracolo dall'esplosione avvenuta in metropolitana. "Stavo andando a lavoro ed è esplosa la bomba. Per fortuna l'onda d'urto è arrivata da dietro altrimenti mi sarei bruciato tutto il volto. Ho pensato subito fosse una bomba di un terrorista ma non potevo credere che potesse succedere a me", ha raccontato il ragazzo. "Se non avessi avuto lo zainetto mi sarei ustionato tutta la schiena e sarebbe andata molto peggio".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata