Asti, truffa da 200mila euro sugli eco-contributi dalla regione

Asti, 8 ott. (LaPresse) - La gdf di Asti ha individuato un caso di indebita percezione di circa 200.000 euro di contributi, erogati dalla Regione Piemonte ad un'azienda con sede nella provincia astigiana, per la realizzazione di un impianto fotovoltaico. L'impresa interessata aveva presentato la richiesta per l'ammissione ad un finanziamento del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, sottoponendo un preventivo di spesa per oltre 650.000 euro, sulla base del progetto redatto da un professionista locale. I finanzieri, controllando la documentazione relativa all'agevolazione comunitaria percepita per l'intero importo richiesto, hanno accertato come il prezzo indicato "chiavi in mano" dell'impianto fosse quasi il doppio dei costi sostenuti per la sua realizzazione, a differenza di altri similari costruiti prima e dopo, in assenza di incentivi pubblici, dalla medesima azienda fornitrice, per i quali era stato invece applicato un moderato e corretto ricarico, in linea con i valori di mercato. Tali risultanze hanno indotto le Fiamme Gialle a segnalare alla locale Procura della Repubblica, per il reato di indebita percezione di finanziamenti pubblici, tre persone fra cui il titolare dell'impresa destinataria dell'impianto.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata