Arriva il terribile blue monday: oggi è il giorno più triste dell'anno

Torino, 19 gen. (LaPresse) - Se il 'black friday', nonostante l'accostamento cromatico, viene considerato, tra offerte e mega sconti, un giorno di pura gioia, lo stesso non si può dire del 'blue monday'. Il 'blue monday', che cade ogni terzo lunedì di gennaio - il 19 quest'anno -, è infatti il giorno più triste dell'anno, almeno secondo il parere di alcuni esperti. Nato dalla tradizione britannica, il 'blue monday' sarebbe provato pseudo-scientificamente da un'equazione matematica - elaborata una decina di anni fa dallo psicologo inglese Cliff Arnall - che, correlando una serie di fattori, riuscirebbe a spiegare l'origine di questa ondata di tristezza.

Tra i fattori ci sarebbero le giornate corte, le condizioni metereologiche sfavorevoli, la fine dei festeggiamenti natalizi, i sensi di colpa per aver speso troppi soldi durante le vacanze o mangiato troppo e, infine, il lavoro, ricominciato in maniera troppo frenetica dopo giornate di totale relax. Nonostante lo scetticismo di molti, c'è chi trova delle spiegazioni piuttosto plausibili a proposito di questa infausta giornata. "Abbiamo scoperto - spiega su Metro Uk Jane Clack di Payplan, società specialista nella gestione del debito - che le preoccupazioni riguardanti il denaro vengono messe da parte durante il periodo festivo. Ma quando a gennaio cominciano ad arrivare le nuove bollette, molte persone sono costrette ad affrontare i loro problemi finanziari e fare i conti con i loro debiti".

Oltre alle possibili motivazioni, arrivano anche alcuni consigli su come affrontare il terribile 'blue monday' ed evitare di renderlo ancora peggiore. Se togliersi qualche soddisfazione in ambito culinario può aiutare a tirarsi un po' sù, secondo la dietologa Alison Clark è necessario fare attenzione e non lasciarsi andare troppo soprattutto con zuccheri e caffeina. "La caffeina - afferma Clark su Metro Uk -, che si trova in caffè, coca-cola e altre bevande energetiche, agisce come stimolante e aiuta a contrastare stress e affaticamento, facendoci sentire più vigili. Troppa caffeina, tuttavia, soprattutto nelle persone che non sono abituate, può causare effetti negativi non indifferenti, tra cui irritabilità e mal di testa". In altre parole: non sperate di trovare troppo conforto in dolciumi e cioccolate, perché potrebbe ritorcervisi contro. Per chi si sentisse davvero sopraffatto da questa deprimente giornata, la soluzione è forse quella più semplice: fare finta di niente e sorridere. Alla faccia del 'blue monday'.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata