Arrestato per corruzione il sindaco di Ponzano Romano. Verdini tra gli indagati

Avrebbero ricevuto soldi dall'immobiliarista Scarpellini. Sequestrati beni per 750mila euro. Perquisite le case dell'ex parlamentare e Ciocchetti

Un sindaco in manette, diversi politici indagati: è il risultato dell'operazione nata a Roma da approfondimenti investigativi sul costruttore Sergio Scarpellini. In carcere con l'accusa di corruzione finisce il sindaco di Ponzano Romano Enzo De Santis. Per lo stesso reato è indagato l'ex presidente del consiglio comunale di Capena, Dario Sestili, mentre risponde di corruzione e finanziamento illecito l'ex presidente dell'assemblea capitolina Mirko Coratti, già condannato a quattro anni e mezzo di carcere nel processo di appello al 'Mondo di mezzo'. Coinvolti anche l'ex senatore di Forza Italia e Ala, Denis Verdini e l'ex vicepresident della Regione Lazio, Luciano Ciocchetti.

Secondo il procuratore aggiunto Paolo Ielo e la pm Barbara Zuin, che hanno coordinato le indagini del nucleo investigativo dei carabinieri, l'immobiliarista, già al centro del processo per corruzione a carico dell'ex capo del personale del Campidoglio Raffaele Marra, avrebbe indirizzato favori e regali a chi nelle istituzioni aveva funzioni decisionali su settori che a lui interessavano. Il sindaco De Santis, sottoposto a un sequestro preventivo per 412 mila euro, sarebbe intervenuto per facilitare alcuni progetti di Scarpellini legati alla costruzione di un albergo e un centro commerciale e avrebbe avuto in cambio una serie di sponsorizzazioni per la squadra di calcio Valle Del Tevere e un'altra società riconducibile alla figlia. A Sestili sarebbero arrivati 30 mila euro attraverso finanziamenti alla squadra di calcio di Capena, mentre Coratti avrebbe ottenuto l'usufrutto gratuito di un lussuoso appartamento in piazza Cavour per otto anni: di qui le accuse per l'ex esponente del Pd e il sequestro preventivo di beni per 287 mila euro.

Nell'indagine rispondono di finanziamento illecito, per la messa a disposizione di due immobili da parte del costruttore, anche l'ex parlamentare Denis Verdini e l'ex vicepresidente della Regione Lazio Luciano Ciocchetti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata