Arrestato Paolo Romano, presidente del consiglio regionale Campania

Caserta, 20 mag. (LaPresse) - Paolo Romano, presidente del consiglio regionale della Campania e candidato per Ncd alle elezioni europee nella circoscrizione Sud, è stato arrestato questa mattina dal nucleo polizia tributaria della guardia di finanza di Caserta. Romano è stato posto agli arresti domiciliari. L'accusa è di tentata concussione ai danni del direttore generale dell'Asl di Caserta Paolo Menduni, al fine di costringerlo a nominare persone di sua fiducia come direttore sanitario e amministrativo dell'ente e al vertice del distretto sanitario di Capua.

Romano - spiega la Procura di Santa Maria Capua Vetere in una nota - per raggiungere i suoi scopi ha contattato in diverse occasioni Menduni minacciando gravi conseguenze qualora non avesse assecondato la sua volontà, come ispezioni e controlli amministrativi presso l'ente pubblico. Inoltre, nel corso degli incontri avuti con Menduni, Romano ha fatto sovente riferimento a una sorta di accordo politico che prevedeva la spartizione di incarichi apicali nella pubblica amministrazione regionale. A Romano, inoltre, viene contestato di aver esercitato pressioni indebite e minacce anche per costringere Menduni a revocare le nomine dirigenziali che aveva nel frattempo effettuato senza assecondare le sue indicazioni. Gli elementi di prova a carico di Romano sono emersi dalle dichiarazioni di Menduni che ha raccontato le minacce e pressioni subite. Utili alle indagini anche le testimonianze di altri dirigenti dell'Asl e le conversazioni telefoniche intercettate nelle quali Romano manifestava la propria preoccupazione per la denuncia presentata da Menduni.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata