Arrestato latitante in Albania: è tra i 100 più pericolosi

Roma, 1 mar. (LaPresse) - La polizia di Stato in collaborazione con la polizia albanese ha arrestato un pericoloso latitante in Albania. L'operazione è stata realizzata a seguito della creazione della task force italo albanese voluta dal capo della polizia prefetto Alessandro Pansa durante l'incontro avuto a Tirana nello scorso mese di dicembre, che faceva seguito all'accordo di estradizione fra Italia e Albania stipulato nel 2011 che ha portato fino a ora alla cattura di 99 albanesi rifugiati in patria e arrestati per conto della giustizia italiana.

La task force composta dalla polizia italiana e albanese ha arrestato il latitante albanese Foti Dashi. Il criminale, 48 anni, deve scontare oltre 15 anni di reclusione per i reati di riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione. Il pericoloso criminale era ricercato dal 1998 su mandato dell'autorità giudiziaria milanese e inserito nell'elenco dei 100 latitanti più pericolosi. L'arresto è avvenuto esattamente a un mese dalla costituzione della task force creata dal capo della polizia prefetto Alessandro Pansa e sostenuta dal ministro dell'Interno Angelino Alfano e grazie all'intensa attività investigativa condotta dal servizio per la cooperazione internazionale di polizia, che ha fornito decisive indicazioni sul villaggio dove è stato localizzato e arrestato il latitante. Sono in corso le procedure di estradizione verso l'Italia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata