Arezzo, fiamme in una casa a Monterchi: 2 morti e 2 feriti

Le vittime sono marito e moglie di 80 anni, intossicate la figlia e la nipote della coppia di anziani. Il rogo divampato forse da una stufa

È di due persone morte e due ferite il bilancio di un incendio divampato, per cause in corso di accertamento, in un appartamento in località Padonchia, nel comune di Monterchi (Arezzo). Le vittime sono due anziani. Due donne, una di 27 e l'altra di 56 anni, intossicate dal fumo sprigionato del rogo, sono state portate al pronto soccorso dell'ospedale di Sansepolcro (Arezzo) in codice giallo. L'allarme è scattato poco dopo le 4. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, il 118 con due ambulanze e l'automedica e i carabinieri.

I due anziani morti nel rogo del loro appartamento al primo piano di una palazzina a Padonchia di Monterchi (Arezzo) erano marito e moglie, 84 e 80 anni. Le due donne rimaste intossicate sono la figlia e la nipote della coppia, che vivono al piano superiore. Sarebbe stata proprio la nipote a lanciare l'allarme, riuscendo poi a mettersi in salvo con la madre su una terrazza. Ma all'arrivo dei soccorsi per i due anziani non c'era più nulla da fare. L'uomo sarebbe morto carbonizzato mentre tentava di spegnere le fiamme. La moglie, invece, sarebbe stata uccisa dai fumi sprigionatisi nell'incendio. Il rogo, secondo le prime ipotesi, potrebbe essere divampato da una stufa.

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata