Anziani maltrattati a Parma: il racconto choc della testimone
Ai microfoni di 'Pomeriggio 5' parla Debora: "Mi dicevano 'se mi denunci, ti ammazzo'"

A 'Pomeriggio 5' si parla del caso degli anziani maltrattati e seviziati da alcuni operatori socio-sanitari in una casa di cura a Parma. In collegamento con il programma di Canale5 c'è Debora, tirocinante della struttura e testimone delle violenze che per prima ha denunciato la situazione: "Avevo iniziato un tirocinio per diventare un'operatrice socio-sanitaria a Villa Matilde proprio perché me l'avevano consigliata, me l'avevano descritta come un'eccellenza", spiega.

"Poi - racconta - ho visto una collega che spingeva la faccia di uno dei pazienti per terra per fargli mangiare la pasta che era caduta. Quando sono intervenuta, lei mi ha messo le mani al collo e mi ha detto 'se tu mi denunci, io ti ammazzo'. Ma la coscienza mi ha spinto ad andare lo stesso dai carabinieri a dire tutto", afferma la donna, che aggiunge: "E' da un mese che non dormo perché mi minacciano di morte".

"Ho sentito insulti, minacce di morte. Picchiavano le persone più deboli che non potevano parlare e raccontare delle sevizie ai propri parenti", racconta ancora Debora. "Ora chiedo giustizia e sono stanca di vedere che rimangono zitte pur di mantenere il proprio posto di lavoro", conclude.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata