Ancora pioggia, ma la temperatura sale: il meteo del 14 e del 15 dicembre
Le previsioni di questo giovedì e venerdì in Italia

Le previsioni dell'Aeronautica militare per oggi, 14 dicembre, sull'Italia

Al nord al mattino molte nubi un po' ovunque con isolate deboli precipitazioni, i fenomeni risulteranno nevosi su Alpi e prealpi centro occidentali oltre i 700-800 metri e risulteranno più frequenti sui rilievi della Valle D'Aosta e del Piemonte e sulla Liguria di levante e sui rilievi appenninici emiliani. Seguiranno nel corso del giorno ampie schiarite sulle aree pianeggianti e con esse la riduzione della possibilità di precipitazioni, mentre una maggiore nuvolosità permarrà sui rilievi. Formazioni di foschie dense e nebbie sulla pianura padano-veneta sia al mattino che dopo il tramonto.

Al centro e Sardegna cielo molto nuvoloso o coperto su toscana umbra lazio con associate piogge e rovesci sparsi su Toscana settentrionale mentre più isolate e deboli le precipitazioni sulle restanti aree; nuvolosità variabile sulla Sardegna con deboli piogge dal pomeriggio sul settore occidentale e nelle zone interne. Sulle restanti aree cielo in genere nuvoloso ma con scarsa possibilità di precipitazioni.

Al sud e Sicilia cielo in genere nuvoloso su Campania e settori tirrenici di Calabria e Basilicata con deboli e isolate piogge. Dalla serata le precipitazioni si intensificheranno e tenderanno a divenire sparse. Sul restante meridione al mattino prevalenza di sereno ma nel corso del giorno aumento di nubi alte e stratificate.

Temperature minime in aumento su levante ligure, Appennino emiliano, nord Sardegna e Toscana, ed in forma più consistente su Valle D'Aosta e rilievi piemontensi; in calo sul resto del paese, più deciso al sud; massime in rialzo sui rilievi alpini, regioni centrali, in diminuzione sul sull'estremo sud stazionarie altrove. Venti deboli variabili sulla Pianura padana; da deboli a moderati sudoccidentali sul resto del paese con ulteriori rinforzi su alta Toscana e Appennino emiliano. Mari agitato il mar Ligure; molto mossi il mare, canale di Sardegna ed il Tirreno; da mosso a molto mosso l'Adriatico; mossi i restanti bacini.
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata