Ancora crolli a Pompei, l'emergenza arriva a Palazzo Chigi

Napoli, 25 ott. (LaPresse) - Ancora crolli all'interno del sito archeologico di Pompei. A causa del maltempo, spiega la soprintendenza, si sono verificati due cedimenti di murature di epoca moderna. Si tratta di un muro nell'area della necropoli esterna a Porta Ercolano, precisamente lungo la via dei Sepolcri e di un altro di recente restauro nella zona occidentale del sito, in via Consolare. I tratti interessati dai crolli sono stati sequestrati. Già sabato era caduto un pezzo di muro romano di circa due metri.

"I cedimenti rilevati questa mattina a seguito di segnalazione del personale di custodia e della conseguente attività di ricognizione poste in essere dal personale tecnico della Soprintendenza congiuntamente con i Carabinieri di Pompei hanno riguardato due manufatti di recente realizzazione senza alcun coinvolgimento di strutture di interesse archeologico". Così la soprintendente speciale per i beni archeologici di Napoli e Pompei, Teresa Elena Cinquantaquattro, illustra in una nota i dettagli dei crolli avvenuti oggi. In particolare, si è constatato nell'area della necropoli esterna a Porta Ercolano (via dei Sepolcri) "il crollo di una struttura moderna posta a tamponatura dell'ingresso di un ambiente di età romana e a contenimento del terreno retrostante". Lungo via Consolare, all'interno della città antica, "è stato rilevato il cedimento di un tratto murario pertinente a un restauro moderno". Il sequestro delle aree interessate eseguito in via cautelare non interferisce in ogni caso con il normale percorso di visita, trattandosi di porzioni limitatissime di strutture. La Soprintendenza proseguirà nell'azione di rilevamento e di verifica delle strutture al fine di garantire la conservazione e la tutela del patrimonio archeologico dell'area vesuviana.

Vista la gravità della situazione domani alle 13, presso la sala stampa di Palazzo Chigi, il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giancarlo Galan, insieme al ministro Fitto, al Commissario Ue, Hahn, al sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Gianni Letta, e al presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro incontreranno i giornalisti per illustrare gli interventi immediatamente cantierabili relativi agli scavi di Pompei finanziati con fondi comunitari e nazionali.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata