Ancona, il padre di Martina è in coma irreversibile. Continuano le indagini

Ancona, 9 nov. (LaPresse) - E' in coma irreversibile nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Torrette ad Ancona, Fabio Giacconi, il sotto ufficiale dell'Aeronautica ferito a colpi di pistola dal fidanzato della figlia, Antonio Tagliata, 18 anni. Il giovane è in stato di fermo con la figlia sedicenne della coppia: sono accusati dell'omicidio della madre della giovane, Roberta Pierini e del ferimento dell'uomo che si trova in condizioni disperate.

E' stata intanto fissata per domani l'udienza di convalida del fermo per i due giovani. Sempre per domani è fissata anche l'autopsia sul cadavere della mamma della ragazza, Roberta Pierini. Ad eseguire l'esame autoptico sarà il medico legale Valsecchi.

Continuano poi gli accertamenti da parte dei carabinieri sia sulla pistola che sul luogo del delitto. Sull'arma, che ha il numero di matricola abrasa, sono stati eseguiti anche accertamenti relativi alle impronte e al Dna di chi l'ha maneggiata. Ad entrambi i ragazzi è stato effettuato lo stub e verrà analizzato dai Ris di Roma. I pm, Andrea Laurino per Tagliata, e Anna Weger della procura dei minori per la sedicenne, continuano intanto a raccogliere le testimonianze di vicini e familiari dei Giacconi e di Tagliata per completare il quadro dello scenario in cui è maturato il delitto, che sarebbe scatenato dalla contrarietà dei Giacconi alla storia d'amore dei due ragazzi. Tagliata è in carcere, la sedicenne si trova in una comunità protetta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata