Ancona, aggredito con acqua bollente a Castelfidardo: caccia all'uomo
Un 60enne è ricoverato con ustioni su quasi tutto il corpo ma non sarebbe in pericolo di vita

Non sarebbe stato ustionato con acido (come lui stesso aveva riferito ai medici arrivando in pronto soccorso) ma con acqua bollente il sessantenne aggredito ieri a Castelfidardo, in provincia di Ancona. L'uomo, ricoverato all'ospedale di Torrette con ustioni sul 90% del corpo, non sarebbe in pericolo di vita. Lo riferiscono fonti investigative, a caccia del colpevole. Ancora ignoto il movente dell'aggressione.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata