Amica Rosboch: Pensava stesse nascendo qualcosa con Gabriele
Parla l'amica della docente uccisa nel torinese, tracciando una descrizione del rapporto con il suo ex alunno

"Gloria mi diceva che uscivano, andavano a mangiare la pizza, mi aveva detto anche di qualche bacio. Era convinta che stesse nascendo un'amicizia molto bella, molto sincera". Lo ha raccontato a 'La vita in diretta' su Rai1 Anna, la migliore amica di Gloria Rosboch, la professoressa di Castellamonte (Torino) scomparsa il 13 gennaio per la cui morte sono stati arrestati l'ex alunno 22enne Gabriele Defilippi, che aveva intessuto un rapporto con la donna per poi sottrarle 187mila euro, l'amico-amante Roberto Obert e la madre del giovane, Caterina Abbattista. "Lui aveva cominciato a non rispondere più a messaggi, a mail - ha spiegato la migliore amica di Gloria -, ma c'erano tante motivazioni per cui poteva essere sparito, esami, lavoro. Poi però Gloria aveva cominciato a farsi delle domande. Dei soldi io l'ho saputo solo dopo, e non sapevo la cifra. Gloria ha cominciato a darmi delle notizie e a dirmi che non capiva come mai non si facesse più trovare. Poi ha iniziato a delinearsi l'idea della truffa".
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata