Allarme dei consumatori Solo il 31% degli italiani andrà in vacanza

Roma, 12 lug. (LaPresse) - "Non c'è alcun dubbio: quest'anno solo una percentuale esigua di italiani si concederà la tradizionale vacanza estiva (di almeno una settimana)". Lo scrivono in una nota Federconsumatori e Adusbef. "I primi dati a consuntivo rilevati dall'O.N.F. - Osservatorio Nazionale Federconsumatori attestano infatti che solo il 31% degli italiani (pari a circa 18,6 milioni di cittadini) è in partenza per le vacanze estive. Dati confermati da Federturismo-Confindustria e, oggi, anche da Federalberghi. Prosegue, quindi - si legge nella nota - la forte contrazione della domanda turistica iniziata in questi anni, che rispecchia chiaramente il disagio economico degli italiani". Il numero di cittadini che vanno in vacanza è passato da 29,4 milioni nel 2008 a 18,6 milioni stimati nel 2014 (come si evince dalla tabella sottostante).

"Una riduzione drammatica, a maggior ragione se si pensa che il turismo è un settore chiave per l'economia del nostro Paese. Il rilancio di tale comparto rappresenta un'enorme opportunità di crescita occupazionale e di sviluppo", dichiarano Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti, presidenti di Federconsumatori e Adusbef. "Per questo - conclude la nota - è fondamentale favorire il miglioramento dell'offerta turistica in Italia ed avviare, di pari passo, un serio piano di rilancio del potere di acquisto delle famiglie".



COMMENTA LA NOTIZIA

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata