Alessandria, prostituta legata e uccisa in casa nel 2006: un arresto

Torino, 10 ago. (LaPresse) - Nel pomeriggio di oggi, i carabinieri del Nucleo investigativo di Alessandria hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip a carico di un quarantasettenne originario di Alessandria ma residente in provincia di Pavia, Andrea Casarin, ritenuto responsabile dell'omicidio di Altagracia Corcino Gil, prostituta domenicana allora trentenne, commesso il 27 giugno 2006 in un appartamento di Alessandria. Il cadavere della vittima era stato trovato il 29 giugno sul letto, nudo, supino, con il collo avvolto da nastro adesivo e da un telo intriso di sangue, con due ferite da taglio inferte alla base del collo, procurate con un coltello rinvenuto sulla scena del delitto, che avevano interessato la vena giugulare. La mano destra era avvolta da nastro adesivo, le caviglie legate anch'esse con nastro adesivo. Peraltro, gli accertamenti autoptici non avevano riscontrato altre lesioni sul corpo, né segni di difesa, attribuendo la causa della morte all'azione combinata di asfissia e ferite da punta e taglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata