Alessandria, famiglia intossicata dal monossido: 3 morti
Mamma, papà e figlio hanno perso la vita per il malfunzionamento di una caldaia a metano

Tre persone sono morte a Vignole Borbera, in provincia di Alessandria, per intossicazione da monossido di carbonio. E' successo in località Molino 9.

È stato un vicino di casa a dare l'allarme al 112 nel pomeriggio di lunedì, ma il decesso potrebbe risalire alla notte di domenica. Le salme delle tre vittime - padre di 47 anni, madre di 44 e figlio di 20 - sono ora a disposizione dell'autorità giudiziaria, che disporrà l'autopsia.

Secondo i carabinieri a causare l'intossicazione da monossido di carbonio sarebbe stato il malfunzionamento di una caldaia a metano usata per scaldarsi dalla famiglia, residente in una vecchia casa. Sul posto, insieme ai soccorsi, sono intervenuti i militari dell'Arma di Novi Ligure. 

A Udine una coppia di anziani, marito e moglie, è stata trovata morta in casa dalla figlia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata