Alcoa, sindacalisti protestano in cima a silos Portovesme
I segretari provinciali di Fim, Fiom e Uilm del Sulcis si trovano ad un'altezza di 60 metri

I segretari provinciali di Fim, Fiom e Uilm del Sulcis - Rino Barca, Roberto Forresu e Daniela Piras - si sono barricati in cima al silos delle materie prime dell'impianto Alcoa di Portovesme, frazione del comune di Portoscuso in provincia di Carbonia-Iglesias, ad un altezza di circa 60 metri. Lo riferiscono, in una nota congiunta, gli stessi sindacati, sottolineando come i continui rinvii della multinazionale svizzera Glencore non consentano l'ingresso di nuovi investitori. "Il Piano Sulcis fermo al palo - spiegano i sindacati - per i lavoratori resta solo la disperazione di vedere stabilimento chiuso e la fine degli ammortizzatori sociali e di ogni reddito per centinaia di famiglie. Lo avevamo detto, se qualcuno pensa di dividere o di avere senza soluzioni la resa dei lavoratori ha sbagliato i conti!".

 

 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata