Agrigento, danneggiata la stele dedicata al giudice Livatino
Su Twitter lo sdegno di Boldrini, Grasso e Gentiloni

È stata danneggiata, nella periferia di Agrigento, la stele dedicata al giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990. Sul caso, avvenuto a poche ore dal 25esimo anniversario della Strage di via D'Amelio, indaga la polizia di Stato. 

Molti politici hanno criticato il fatto anche su Twitter, partendo dal presidente del Senato, Pietro Grasso, e dalla presidente della Camera, Laura Boldrini

 

Solo pochi giorni fa, a Palermo, nel quartiere Zen, un atto di vandalismo ha colpito il busto che raffigura Giovanni Falcone

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata