Agguato segretario vescovo Firenze, rilasciati i 6 fermati

Firenze, 5 nov. (LaPresse) - Proseguono in Questura a Firenze le attività volte ad individuare l'autore del tentato omicidio di don Paolo Brogi, segretario dell'arcivescovo Betori. E' stato costituito un gruppo di lavoro che sta analizzando tutti gli elementi e valutando ogni spunto utile all'individuazione dell'autore. L'intero centro cittadino è stato setacciato coordinando gli interventi di tutte le forze dell'ordine della Provincia di Firenze e della polizia municipale, nel tentativo di trovare il soggetto descritto come un uomo tra i 60 e i 70 anni con barba incolta e bianca.

La ricerca ha portato al fermo per identificazione di 6 soggetti con caratteristiche compatibili con la descrizione fornita dalle prime testimonianze acquisite. Gli stessi sono stati nella mattinata rilasciati in quanto risultati estranei all'evento. Un ulteriore fermo è stato effettuato in piazza Santo Spirito nei confronti di un individuo che al momento del controllo, in seguito alla richiesta dei documenti, ha estratto una pistola, successivamente essere risultata una scacciacani.

Pur essendo risultato estraneo alla vicenda oggetto di indagine, il soggetto è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata. Si sono acquisiti e si stanno visionando i filmati delle telecamere di tutti gli esercizi commerciali, istituti di credito e locali pubblici siti nelle immediate adiacenze del luogo della sparatoria. La polizia scientifica sta svolgendo gli accertamenti balistici sul bossolo, calibro 7,65, ritrovato sul luogo del reato, per individuare l'arma utilizzata.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata