Agguato Camilluccia, per inquirenti forse sequestro finito male

Roma, 4 lug.(LaPresse)- Gli inquirenti che indagano sulla morte di Silvio Fanella, ucciso ieri in un appartamento della zona residenziale della Camilluccia a Roma, non escludono che l'omicidio potrebbe non essere stata un'esecuzione e che potrebbe essersi trattato di un tentativo di sequestro finito male. Ad avvallare l'ipotesi ci sarebbe il ritrovamento di alcune fascette di plastica e di cerotti.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata