Addio Vincino, morto a 72 anni il vignettista Vincenzo Gallo
Ha collaborato a lungo con il Corriere della Sera e con il Foglio. Vauro: "mi hai lasciato da solo coi mostricciattoli"

È morto a Roma all'età di 72 anni il vignettista Vincino, nome d'arte di Vincenzo Gallo, nato a Palermo il 30 maggio 1946. Ha collaborato a lungo con il Corriere della Sera e a il Foglio. 

Nel 1978 partecipa alla nascita della storica rivista 'Il male', di cui sarà direttore per quattro anni fino alla chiusura, nel 1982. Nel 1987 inizia la sua proficua collaborazione con Via Solferino. Vincino, malato da tempo, ha disegnato fino all'ultimo. 

"Ciao Vincino amico mio", ha scritto Vauro su Twitter, pubblicando una vignetta in onore di Gallo: "Hai disegnato i grandi mostri della politica italiana... E mi hai lasciato solo con i mostricciattoli". 

"Ci mancherà la sua dissacrante ironia, la sua capacità di fare editoriali politici con un disegno appena abbozzato, il suo impegno di uomo libero. Ci mancherai Vincino", ha commentato l'ex premier Paolo Gentiloni. E cordoglio arriva anche dal Movimento 5 stelle: "Siamo addolorati per la morte del vignettista e giornalista de Il Foglio Vincenzo Gallo, in arte Vincino. Oggi perdiamo un grande e stimato professionista. Ci stringiamo intorno alla famiglia e ai suoi cari". 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata