Addio alla vedova di Paolo Borsellino, Agnese

Palermo, 5 mag. (LaPresse) - È morta Agnese Piraino Leto, la vedova del magistrato Paolo Borsellino ucciso dalla mafia nella strage di via d'Amelio del 19 luglio del 1992. Lo riferisce su Facebook Salvatore Borsellino, fratello di Paolo. "È morta Agnese. È andata a raggiungere Paolo. Adesso saprà la verità sulla sua morte", scrive sul social network il fratello del magistrato.

Il Presidente del Consiglio, Enrico Letta, partecipa al dolore per la scomparsa di Agnese, da lui definita "Simbolo di sobrietà, coraggio e rispetto, Agnese Piraino Leto non è mai venuta meno ai valori forti ai quali lei e suo marito hanno improntato la loro vita", scrive Letta in una nota, esprimendo "la più profonda vicinanza ai familiari per la perdita di una donna che, con il marito ha incoraggiato generazioni di italiani a credere nella giustizia".

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha inviato alla famiglia Borsellino il seguente messaggio: "Ho appreso con grande commozione e tristezza la notizia della scomparsa di Agnese Borsellino, degna e ammirevole consorte del grande magistrato divenuto con il suo sacrificio simbolo sempre vivo della lotta contro la mafia. Desidero ricordare di Agnese Borsellino la esemplare sobrietà e misura in tutte le occasioni di pubblica celebrazione della figura del marito, la personale gentilezza e amichevolezza sempre mostrata nei miei confronti. Partecipo con forti sentimenti di vicinanza al dolore dei famigliari, e in particolare del figlio Manfredi, che ha raccolto l'esempio paterno di dedizione e servizio allo Stato".

"Esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Agnese Piraino Leto, moglie esemplare del valoroso giudice Paolo Borsellino. Donna forte e coraggiosa, ha cresciuto i suoi figli nel rispetto di quegli ideali di democrazia e di giustizia, pilastri fondanti della famiglia, ancor prima che della società. Mi unisco affettuosamente ai dolore dei suoi cari, nella convinzione che, chi lascia nella vita degli altri un segno indelebile, non scompare per sempre", ha scritto il ministro dell'Interno Angelino Alfano in una nota.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata