Acqua gelata e scariche elettriche al figlio minorenne: arrestato padre aguzzino

Napoli, 4 ott. (LaPresse) - Costringeva il figlio a rimanere fuori casa a torso nudo al freddo invernale, lo bagnava con secchi di acqua fredda, oppure lo torturava con scariche elettriche. Per questo ieri sera, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord, i carabinieri di Varcaturo, stazione dipendente dalla Compagnia di Giugliano in Campania, hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un 47enne algerino residente a Giugliano, gravemente sospettato di maltrattamenti nei confronti della moglie e di uno dei figli.

Le indagini sono partite dalla denuncia della donna, che pochi giorni fa, per la prima volta, ha raccontato ai carabinieri della stazione di Campobasso, dove a seguito delle vessazioni si era rifugiata con i figli, i gravi episodi di continui maltrattamenti e sevizie di cui era vittima da anni. La donna e i minori si trovano attualmente in una struttura protetta, assistiti dai servizi sociali, mentre l'uomo è stato portato a Poggioreale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata