Accoltella compagna, madre, sorella e vicina: 50enne fermato a Napoli

Napoli, 11 nov. (LaPresse) - Notte di follia per un 50enne napoletano che ieri ha accoltellato la compagna, la madre, la sorella e una vicina di casa. La rabbia dell'uomo è esplosa verso le 3.30 circa quando, per motivi ancora in corso d'accertamento, ha aggredito la sua compagna 55enne che in quel momento era nella sua casa in via Mergellina. La donna è stata curata da suoi parenti medici per ferite lacero contuse su varie parti del corpo. L'aggressore, che intanto è fuggito, alle 6 ha raggiunto la casa della madre in corso Vittorio Emanuele dove ha aggredito anche la donna 82enne e la sorella 55enne. L'anziana, in prognosi riservata e in pericolo di vita, ha lesioni da punta e taglio in varie parti del corpo, un grosso ematoma alla regione mandibolare ed è stata sottoposta a intervento chirurgico all'ospedale dei Pellegrini. La sorella ha riportato lesioni da punta e taglio guaribili in 10 giorni e attualmente è ricoverata in osservazione all'ospedale Cardarelli.

L'uomo ha anche fatto arrivare con un pretesto a casa della madre una vicina 58enne, che poi ha colpito provocandole ferite guaribili in 7 giorni. Subito dopo le aggressioni il 50enne è scappato ed è stato ricercato per tutta la giornata fino ad essere individuato in serata nella sua abitazione, dove era tornato e dove i carabinieri del nucleo operativo della compagnia Centro hanno fatto irruzione trovandolo asserragliato nel bagno con un grosso coltello. L'uomo è stato subito immobilizzato e mentre continuano a rimanere oscuri i motivi della notte di follia, è stato sottoposto a fermo d'indiziato di delitto per tentato omicidio e lesioni personali venendo associato alla casa circondariale di poggioreale.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata