Abu Omar, procura chiede 12 anni per Pollari e 10 per Mancini

Milano, 4 feb. (LaPresse) - Il sostituto procuratore generale di Milano, Piero De Petris, ha chiesto di condannare a 12 anni Nicolò Pollari e a 10 anni di reclusione Marco Mancini nel nuovo processo d'appello sul sequestro Abu Omar. Il sostituto pg ha chiesto anche 8 anni per gli altri tre dirigenti dei servizi segreti a processo per il rapimento dell'ex imam di viale Jenner.

Prima della richiesta di De Petris, Pollari ha rilasciato alcune dichiarazioni spontanee. "Confermo - ha detto in mattinata - la mia assoluta estraneità e quella del Sismi ai fatti contestati, estraneità provata negli atti e conosciuta dai governi e dagli organi parlamentari". "Esiste un organo che possa 'sciogliere' il segreto per darmi la possibilità di difendermi?", ha chiesto Pollari che si è detto costretto ad opporre il segreto di Stato per decisione dei tre governi Prodi, Berlusconi e Monti. Stessa linea anche per l'ex numero due dei servizi, Marco Mancini. Mancini in aula ha ribadito la sua innocenza nel caso del rapimento dell'ex imam di viale Jenner, e ha detto che il segreto di Stato non gli consente di difendersi adeguatamente "perché dovrei parlare delle mie attività e di quelle degli appartenenti al Sismi - ha precisato - dovrei cioè riferire fatti coperti da segreto".

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata