'Ndrangheta, smantellata dai carabinieri cosca del reggino: 36 persone arrestate

Reggio Calabria, 15 dic. (LaPresse) - All'alba una operazione dei carabinieri nella provincia di Reggio Calabria e in quelle di Roma, Verbania e Vibo Valentia ha portato all'arresto di 36 persone, ritenute vicine alla 'ndrangheta. I militari hanno eseguito diversi provvedimenti emessi dalla Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria: gli arrestati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, porto e detenzione di armi da guerra e comuni da sparo, ricettazione, rivelazione ed utilizzazione di segreti d'ufficio, favoreggiamento personale, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope, estorsione, furto, utilizzo e introduzione nello Stato, previo concerto, di monete falsificate, danneggiamento seguito da incendio, tutti aggravati dal metodo mafioso. I militari hanno anche eseguito 11 perquisizioni domiciliari nei confronti di altrettanti indagati nello stesso procedimento.

CONTROLLO DEL TERRITORIO. Le indagini sono state avviate dalla Compagnia di carabinieri di Taurianova (Rc) sin dal novembre 2013 e si sono avvalse anche delle testimonianze rese da alcuni collaboratori di giustizia: in questo modo si sono delineati gli assetti delle cosche "Petullà", "Ladini" e "Foriglio" come articolazioni autonome del locale 'ndranghetistico di Cinquefrondi. A tali cosche farebbero riferimento gli arrestati che avvalendosi di metodi intimidatori controllavo il territorio con minacce, traffico e spaccio di sostanze stupefacenti, favoreggiamento di latitanti, nonché delitti veri e propri utili ad acquisire direttamente e indirettamente la gestione e il controllo di attività economiche, in particolare nel settore degli appalti boschivi.

SEQUESTRI. Su disposizione della Dda si procederà, inoltre, al sequestro di beni mobili ed immobili riconducibili ad alcuni degli indagati per un valore stimato in oltre cinquecento mila euro. Già sequestrato di oltre un kg di cocaina e ritrovate numerose armi da guerra e comuni da sparo. I particolari dell'operazione, denominata “Saggio compagno”, saranno resi noti nel corso di una conferenza stampa che sarà tenuta presso il Comando Provinciale Carabinieri di Reggio Calabria alle ore 11:00.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata