'Ndrangheta, operazione "Happy Dog": anche i canili nella morsa delle cosche
Una vasta operazione della polizia di Stato, coordinata dalla Dda di Reggio Calabria, ha portato questa mattina a 11 provvedimenti di custodia cautelare nel capoluogo reggino. Attraverso l'inchiesta denominata 'Happy Dog' i magistrati hanno accertato l'infiltrazione nel settore dei canili di persone ritenute vicine alla cosca 'ndranghetista Zagari-Fazzalari-Viola. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, i soggetti in questione avrebbero condizionato gli appalti indetti dal Comune di Taurianova per l'assegnazione dei servizi di custodia e assistenza nei canili privati. L’inchiesta ha messo in luce anche presunte condotte intimidatorie ed estorsive ai danni di un imprenditore del settore della custodia canina. Tra le persone coinvolte c'è anche il direttore del servizio veterinario dell'Asp di Reggio Calabria, finito ai domiciliari