'ndrangheta in Lombardia: arrestati 8 imprenditori smaltimento rifiuti

Milano, 4 giu. (LaPresse) - Otto imprenditori lombardi sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri del nucleo operativo ecologico e del comando provinciale di Milano, a conclusione di un'inchiesta coordinata dal sostituto procuratore Alessandra Dolci della Dda di Milano. I destinatari delle ordinanze di custodia cautelare operano tutti nel settore del movimento terra, aggiudicatari di diversi appalti in cantieri di Milano ed hinterland.

Le indagini, nate da un filone dell'inchiesta Infinito, dimostrano la contiguità tra l'imprenditoria locale e alcune famiglie calabresi legate alla 'ndrangheta che, attraverso il sistema del 'giro bolla', sono riusciti a smaltire illecitamente tonnellate di rifiuti in due cave in provincia di Lodi e di Novara. Denunciate anche altre 20 persone, tra autisti e padroncini, che lavoravano per le aziende di movimento terra degli 8 imprenditori arrestati perché imposti dalle "famiglie". Nel corso dell'operazione si sta procedendo al sequestro di due aziende di trasporto, due impianti di trattamento rifiuti e di 30 automezzi utilizzati per il trasporto delle terre inquinate.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata