'Ndrangheta, i luoghi degli agguati di Vibo Valentia
Gli uomini della squadra mobile di Vibo Valentia e del commissariato di Serra San Bruno hanno eseguito un decreto di fermo, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Catanzaro, nei confronti di 7 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di armi, ricettazione. Reati tutti aggravati dal metodo mafioso. Le indagini sono partite dal tentato omicidio dei fratelli Giovanni Alessandro e Manuel Nesci (quest'ultimo minore affetto da sindrome di Down) e hanno fatto luce “faida dei boschi” che già ha provocato diverse decine di morti nella contesa per il controllo del territorio tra le famiglie Loielo ed Emanuele-Maiolo