'Ndrangheta, arrestati esponenti clan della piana di Gioia Tauro
Le manette sono scattate ai polsi di membri delle cosche degli Alvaro di Sinopoli e Crea di Rizziconi

La polizia di Reggio Calabria e il Servizio centrale operativo dalle prime ore dell'alba  stanno eseguendo un decreto di fermo, emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Reggio Calabria nei confronti di diversi soggetti. Gli stessi sono responsabili, a vario titolo, di associazione mafiosa, favoreggiamento personale e procurata inosservanza di pena nei confronti dei latitanti di 'ndrangheta Giuseppe Crea e Giuseppe Ferraro, inseriti nell'elenco dei ricercati pericolosi del Ministero dell'Interno, catturati dalla Polizia di Stato in agro di Maropati (Reggio Calabria) il 29 gennaio 2016, in un covo costruito in una zona impervia di campagna, nonché del latitante Antonio Cilona, appartenente alla cosca Santaiti di Seminara (Reggio Calabria), condannato all'ergastolo in secondo grado. Le manette sono scattate ai polsi di esponenti di spicco delle famiglie di 'ndrangheta operanti nella piana di Gioia Tauro, appartenenti alle cosche degli Alvaro di Sinopoli e Crea di Rizziconi. 
 

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata