"Infastidiva la mia donna", confessa il killer del senegalese ucciso a Milano
L'omicidio sabato sera: l'uomo freddato in strada con dieci colpi di pistola

"Infastidiva me e soprattutto la mia fidanzata, le chiedeva sempre soldi". Ha confessato l'uomo che ha ucciso con dieci colpi di pistola il senegalese Assan Diallo, freddato sabato sera  in via delle Querce a Corsico, nell'hinterland milanese. Il killer è un italiano di 47 anni, Fabrizio Butà, di origini calabresi.  

Il regolamento di conti sarebbe avvenuto dopo che i due si sono dati appuntamento in un giardinetto della cittadina milanese. Sarebbe quindi escluso il movente razziale, come invece sosteneva la moglie della vittima. Butà, ora in stato di fermo, ha confessato l'omicidio al pm Christian Barilli.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata