Bergamo, uccide la moglie e fugge: infine si arrende
 Bergamo, uccide la moglie e fugge: infine si arrende

La donna di 36 anni è stata ferita a morte dal marito a coltellate nella notte a Cologno al Serio. L'uomo dopo una fuga è stato accerchiato dai carabinieri e si è costituito

Una donna è stata uccisa dal marito a coltellate nella notte a Cologno al Serio, in provincia di Bergamo. L'uomo, Maurizio Quattrocchi, 47enne italiano, si è dato alla fuga e poi nel pomeriggio di domenica si è costituito. La moglie, una moldava di 36 anni, è morta per le gravi ferite riportate. Il femminicidio è avvenuto davanti alla casa della sorella della donna, intorno alle 4. Del caso si sono occupati i carabinieri della compagnia di Treviglio con i colleghi di Bergamo.

Zinaida Solonari,  36 anni, con le tre figlie viveva a casa della sorella. Il marito l'ha attesa sotto l'abitazione e quando è tornata a casa l'ha aggredita, uccidendola. , Il marito si è costituito dopo essere stato praticamente accerchiato dai carabinieri che avevano istituito diversi posti di blocco sul territorio. Il 47enne, in fuga da qualche ora, è stato localizzato nei pressi della caserva di Martinengo, in provincia di Bergamo, e dopo aver capito che non aveva alcuna via di fuga ha deciso di arrendersi ai militari che lo hanno portato in caserma, in attesa trasferirlo a Treviglio.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata