83enne ucciso nel perugino, genero si spara: forse omicidio-suicidio

Perugia, 23 ott. (LaPresse) - Il cadavere di un anziano uomo trovato morto , ucciso da un colpo di pistola, nella sua casa nelle campagne nei dintorni di Spoleto, in provincia di Perugia. Poi a poche ore di distanza un altro corpo senza vita, quello del genero 55enne, rinvenuto in un terreno nelle vicinanze. Anche in questo caso una morte causata da un colpo di pistola. Tutto si è svolto San Giovanni di Baiano, nella zona di campagna attorno a Spoleto. Sul caso indaga la polizia. L'83enne è stato trovato da sua nipote questa mattina nella sua abitazione, che fa parte di una villetta familiare. E' stato ucciso con un colpo di arma da fuoco alla testa. Nella serata gli investigatori hanno poi scoperto il corpo del genero dell'anziano, riverso a terra, in un campo, non lontano dal luogo dell'omicidio. L'uomo, a quanto appreso dalla polizia, si sarebbe sparato alla testa un colpo, esploso da una pistola, calibro 7.65, che, secondo gli investigatori, potrebbe essere la stessa arma con cui è stato ucciso il suocero. L'ipotesi al vaglio della polizia è quella dell'omicidio-suicidio. Fra i moventi, presi in considerazione nelle indagini, anche possibili dissidi, nati in ambito familiare, fra il suocero e il genero, per questioni di carattere economico.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata