20 aprile - il giornaleradio del pomeriggio

Ascolta le ultime news di LaPresse

Calano i casi di coronavirus in Italia. Ieri erano 2.256 su oltre 41mila tamponi, il giorno precedente erano 3.047 su oltre 50mila tamponi. Il totale degli attualmente positivi è 108.237, in calo per la prima volta. Nelle 24 ore precedenti erano 108.257 Il rapporto positivi/tamponi è del 5,4%. Aumentano i morti, 454, 20 in più del giorno precedente per un totale di decessi che arriva a 24.114. In calo il numero dei guariti, 1.822, circa 300 in meno. In terapia intensiva ci sono 2.573 pazienti, 62 in meno di ieri. Ancora ricoverate con sintomi 24906 persone, 127 meno di ieri. La fine dell'emergenza Covid-19 in Italia avrà tempistiche diverse nelle Regioni a seconda dell'esposizione all'epidemia. Emerge dalle previsioni dell Osservatorio Nazionale sulla Salute. Ultime saranno Lombardia e Marche, dove l'assenza di nuovi casi si potrebbe verificare non prima della fine di giugno. A uscire per prima dal contagio, già domani, sarebbero la Basilicata e l'Umbria. L'Inps ha ricevuto "4,4 milioni di domande per il bonus da 600 euro e ne ha pagati 3,5 milioni": Lo ha detto il presidente dell'Istituto, Pasquale Tridico. "Gli altri 900mila sono in istruttoria", ha aggiunto, "per la maggior parte saranno rifiutati ma vogliamo fare approfondimenti perché ci sono circa 250mila Iban sbagliati, che non corrispondono e anzi potrebbero essere fraudolenti", quindi da "verificare" mentre "400mila non hanno i requisiti", ha aggiunto. Il premier britannico Boris Johnson si dice molto preoccupato di un secondo picco di contagi da coronavirus nel Regno Unito qualora le restrizioni fossero rimosse troppo presto. 449 decessi nelle ultime 24 ore - ossia circa 150 in meno di ieri - fino a un totale censito di 16.509 E in Germania predica cautela anche Angela Merkel nnostante i risultati ottenuti nel contrasto al coronavirus : "Non perdiamo di vista che siamo solo alle prime battute della pandemia", ha affermato la cancelliera tedesca . "Il mio ammonimento è che si resti concentrati. Non sentiamoci al sicuro neppure per un secondo", ha continuato la Kanzelerin