Per gli esercenti, sanzione amministrativa pari a 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione

Durante i controlli seguiti ad alcune contestazioni nei confronti di commercianti, artigiani e professionisti per la mancata accettazione di pagamenti elettronici, la Guardia di Finanza ha riscontrato dieci violazioni in bar, ristoranti, tabaccherie e distributori stradali. I controlli hanno riguardato l’intero territorio della provincia di Luccia: i clienti (a volte anche turisti) lamentavano il rifiuto di poter corrispondere l’importo dovuto tramite Pos o, in alcuni casi, l’applicazione di una maggiorazione del prezzo d’acquisto per pagare elettronicamente. Per gli esercenti, sanzione amministrativa pari a 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione per la quale è stata rifiutata l’accettazione del pagamento, con l’esclusione della facoltà di avvalersi del pagamento in misura ridotta.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata