L'uomo è accusato di maltrattamenti contro conviventi aggravati e lesioni personali

Ha picchiato la compagna causandole la frattura delle costole. Per questo un ex pugile è stato arrestato dai carabinieri di Besana in Brianza (Monza), che sono intervenuti per una richiesta di soccorso da parte di una donna 57enne che stava subendo l’aggressione del compagno. Giunti sul posto i militari hanno constatato che l’uomo, un 56enne di origini calabresi in palese stato di ubriachezza, operaio, ex pugile, pregiudicato per truffa, furto e reati contro la persona, aveva poco prima colpito violentemente la donna e danneggiato gli arredi interni continuando a minacciare e a offendere pesantemente la vittima anche di fronte ai militari. È stato constatato che l’uomo aveva lanciato contro la donna anche un posacenere e un’anfora in terracotta.

Sul posto sono giunti anche i sanitari del 118 che hanno trasportato la donna in codice giallo presso l’ospedale di Carate Brianza (MB), dov’è stata visitata e dimessa con prognosi di 25 giorni per politrauma da aggressione e frattura di due costole.

Il motivo della lite dalla quale è scaturita l’aggressione sarebbe da ricondursi alla gelosia degenerata a causa dalla presenza di un 47enne, amico della coppia, che poco prima aveva accompagnato la donna a recuperare il compagno rimasto in strada in stato di ubriachezza.

L’uomo, accertato anche che l’aggressione era solo l’ultima di una lunga serie di episodi di violenza fisica e psicologica protrattisi dal 2012 a oggi, è stato quindi arrestato per maltrattamenti contro conviventi aggravati e lesioni personali, e portato in carcere a Monza.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata

Tag: