Un 50enne ha chiesto alle autorità di rientrare nella prigione di Sabbione per completare gli studi che aveva iniziato nella sua precedente esperienza in cella

(LaPresse) – Quando l’uomo ha avanzato l’insolita richiesta, il poliziotto in servizio ha chiesto più volte spiegazioni, pensando di aver capito male. Il curioso fatto è avvenuto lunedì alla questura di Terni, dove un pregiudicato di 50 anni, uscito momentaneamente da Sabbione, ha scoperto di dover scontare ulteriori 20 anni in cella per una nuova condanna.

Prima dell’esecuzione del provvedimento, il condannato ha richiesto di sua spontanea volontà di rientrare nuovamente a Sabbione per terminare gli studi e conseguire il diploma senza perdere altro tempo in attesa della notifica ufficiale da parte del tribunale.

L’uomo in carcere aveva infatti intrapreso un percorso di recupero attraverso lo studio. Il pregiudicato ha motivato la richiesta raccontando all’agente di essersi trovato particolarmente bene con gli insegnanti e di voler riprendere i libri in mano il prima possibile. Al termine delle procedure di rito, l’uomo è stato dunque riaccompagnato in carcere da una pattuglia.

© Copyright LaPresse - Riproduzione Riservata